Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  11 giugno 2019

Woodstock50, persa anche la venue

Si tira fuori anche la seconda casa di produzione e, a meno di 70 giorni dall'evento, la celebrazione per i 50 anni dal festival sembra sempre più in alto mare

Ennesimo macigno su Woodstock50 che, a due mesi dal virtuale inizio, non ha messo in vendita i biglietti, non ha certezza sui finanziatori e ora ha anche perso la venue. Nonostante l'invidiabile ottimismo dell'organizzatore Michael Lang i responsabili dell'area in cui si sarebbe dovuto tenere il concerto celebrativo per i 50 anni di Woodstock, Watkins Glen International hanno emesso una nota in cui si dichiara che il parco di Watkins Glen non ospiterà il festival Woodstock 50 perché WGI ha terminato la licenza per il sito ". A stretto giro anche CID Entertainment, società di produzione subentrata a Superfly - la casa di produzione che aveva già abbandonato con il primo fondo finanziatore Dentsu - ha comunicato a Billboard che "Eravamo stati ingaggiati per fornire implementazioni alle aree di campeggio, ai pacchetti viaggio e trasporto per Woodstock 50. Dati gli sviluppi confermiamo che non saremo coinvolti in alcun modo con Woodstock50". 

Woodstock50 ha rilasciato un altro comunicato che tenta di salvare il salvabile, qualora ce ne fosse ancora, in cui si dichiara che "Siamo ancora in contatto con un'altra venue per ospitare Woodstoc 50 dal 16 al 18 agosto e comunicheremo la nuova location quando i biglietti andranno in vendita i biglietti nelle prossime settimane".

Con meno di 70 giorni prima dell'apertura dell'evento e tutta la cattiva pubblicità che sta garantendo l'assoluta incertezza della situazione affidarsi a tempistiche così stringenti sembra, francamente, che l'organizzazione faccia ancora una volta acqua da tutte le parti.

Woodstock50, persa anche la venue