Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  06 marzo 2018

Meltdown, ecco i primi artisti scelti da Robert Smith

Il festival, che da 25 anni vede musicisti di ogni generi alla direzione artistica, per l'edizione del 2018 si è affidato al frontman dei Cure

Quello del 7 luglio ad Hyde Park sarà per i Cure un live importante, una celebrazione di 40 anni di carriera con ospiti speciali come Editors, Interpol, Goldfrapp, Ride e tanti altri, uno show tutto esaurito già da tempo che, però, non rappresenterà l'unico episodio importante del 2018 per Robert Smith.

Sono stati annunciati, infatti, i primi nomi del Meltdown Festival, evento che ogni anni, dal 1993, affida la direzione artistica ad un artista diverso e, per l'edizione 2018 che si terrà dal 15 al 24 giugno al Southbank Centre di Londra, il compito è stato assegnato proprio al 58enne cantante di Blackpool. 

I primi artisti annunciati sono di tutto rispetto e spaziano negli stili e nei suoni: Placebo, The Libertines, Manic Street Preachers, Nine Inch Nails, Deftones, My Bloody Valentine, Mogwai, The Psychedelic Furs, The Anchoress, The Notwist, 65daysofstatic, Kristin Hersh, Kathryn Jospeh e MONO. 

A proposito della line up Robert Smith, che già in passato si era dimostrato onorato ed esaltato dall'incarico, ha commentato "Come si capisce da ogni artista invitato, man mano che ogni scintillante tassello va al suo posto, mi pizzico chiedendomi se tutto questo sta accadendo davvero...e il quadro finale sarà sicuramente fuori dal mondo!" 

Negli anni passato il ruolo che questa volta è stato assegnato al leader dei Cure era stato ricoperto da personalità quali David Bowie, Patti Smith, Morrissey, Jarvis Cocker, Yoko Ono, Ornette Coleman, Ray Davies, Nick Cave e tanti altri.


Meltdown, ecco i primi artisti scelti da Robert Smith

The Cure - Friday I'm In Love